“Se questo mondo vi sembra spietato, dovreste vedere cosa sono gli altri”

è un libero adattamento della famosa conferenza che Philip K. Dick tenne nel 1977 a Metz, in Francia, ad un Festival di fantascienza di fronte ad una platea di appassionati e di scrittori del genere. Dick lesse il proprio intervento che trattava della sua esperienza di romanziere, di letterato e di uomo. Lo fece naturalmente a suo modo, un modo visionario e profetico, toccando tematiche filosofiche, quasi teologiche, descrivendo realtà spazio-temporali paradossali e metafisiche ricche di grande fascinazione ed evocative di futuri migliori destini per l'umanità. Fanno parte della narrazione di Metz mondi alternativi e realtà sovrapposte in un cortocircuito della normale percezione di “cosa è realtà”, passaggi e “analisi” sulle vicende sociali e politiche del suo tempo. Protagonista di questo lavoro è l’attrice Cristina Monti artista che si è più volte dedicata a performance tratte da autori contemporanei.






Philip K. Dick (1928-1982) è stato uno degli scrittori più visionari e originali della narrativa statunitense del XX secolo.
Autore oggi noto internazionalmente è tradotto in moltissime lingue. Ha scritto circa sessanta romanzi e centinaia di racconti e dalle sue opere sono stati realizzati molti film
anche di grande successo tra cui: Blade Runner, Atto di forza (Total Recall), Minority Report, Next, Un oscuro scrutare (A Scanner Darkly), Screamers (Urla dallo spazio).
Molte altre sono le opere cinematografiche i cui riferimenti dickiani sono evidenti, tra cui Matrix e l’Esercito delle dodici scimmie.





© ORNO TEATRO APS
via Michelino nr. 67 - 40127 Bologna
Scrivi una mail
P.IVA: 03572521205